Guglielmo dal Pian de la Bala

Una giornata produttiva direi..ore 8.30 lascio la bimba all’asilo , ore 10.00 inforco gli sci  a Pezzoro dal parcheggio pieno nonostante la giornata infrasettimanale. E’ evidente che non sono il solo fannullone oggi..
Il Guglielmo è in condizioni strepitose ,i pendii già aratissimi da Brunettiani individui e quindi dopo la Malga Pontogna agli innunerevoli sfottò che rivolgo a chi scende eccone uno che ripella e con il quale farò la salita al Pian de la Bala in neve quasi vergine e polverosissima.Tal Francesco Guardiacaccia con il quale parliam di tutto fino a scoprire che ,come molti oramai abbiamo amici e interessi comuni.Discesa fantastica dal Dos Seclot fino a Malga Pontogna-io ripello e Francesco se ne và per impegni inderogabili.In salita ribecco i due di Cremona che avevo incrociato in discesa e con loro sempre via Pian de la Bala -Dos Seclot fino al Redentore-Nessuno accetta la mia idea di fare il canale centrale-Che peccato! dovrò sverginarlo da solo!
Mi annego nella polvere mentre dietro la perturbazione preannunciata mi morde i tacchi..arrivo al Rif.Valtrompia dove in compagnia di tre arzilli Cremaschi mi mangio una pasta al ragù di Cervo con la solita simpatia del gestore Fabrizio-Un goccio di vino rosso e le ultime curve fino all’auto vengono anche meglio! Ora si và a lavorare..